QUESTO PORTALE WEB UTILIZZA COOKIES TECNICI Ulteriori informazioni.

logo MIUR

Menu

 

Oggi la nostra vita si svolge per buona parte online: più di un terzo degli Europei che usa Internet quotidianamente. Tuttavia, mentre cresce la disponibilità di connessioni wifi gratuite nei luoghi pubblici delle principali città europee, rimangono ancora indietro alcune aree più periferiche. Viviamo in un mondo sempre più connesso, e il nostro accesso al futuro passa anche da un accesso veloce alla rete internet. Avere la possibilità di essere connessi in qualsiasi momento è importante; per questo l’Unione Europea vuole dare a i suoi cittadini l’opportunità di un accesso gratuito ad una rete di alto livello, indipendentemente da dove si trovino e dalle loro disponibilità economiche.

Cosa è wifi4eu e come funziona? Le connessioni Internet veloci possono fare una differenza enorme nella vita di tutti i giorni. Possono fornire l'accesso a servizi turistici, social media, mappe ed altre informazioni on line. Il Parlamento Europeo ha approvato l'iniziativa WiFi4EU proposta dalla Commissione. WiFi4EU ci aiuterà a restare connessi ovunque, senza pubblicità e in sicurezza. L’obiettivo dell’iniziativa è quello di offrire a più di 6000 comunità locali nell’UE un servizio di Wi-Fi ad alta velocità entro il 2020. Possono partecipare all’iniziativa enti pubblici, per esempio un comune. L’ente che partecipa al bando può richiedere fondi europeo per poter installare punti di connessione ad alta velocità. Sono stati stanziati 120 milioni di euro per questa iniziativa che verranno assegnati alle comunità locali in base all’ordine in cui arriveranno le domande ma anche rispettando un equilibrio geografico.

A cosa serve il 5G? Nel futuro dell’UE non c’è solo il WiFi per connettere i nostri pc e smartphone. Immaginate cose come: auto intelligenti che parlano tra loro per evitare incidenti, chirurgia a distanza, realtà virtuale portatile e elettrodomestici intelligenti che si possono gestire anche quando non siete in casa. Sono tutte invenzioni di possibile attuazione che però richiedono una connessione ultra veloce e con un ritardo di esecuzione minimo. Sarà la tecnologia di quinta generazione per reti mobili a rendere tutto ciò possibile: è il così detto 5G. In poche parole immaginate di avere in ogni elettrodomestico, automobile, strumenti di lavoro o di uso comune, una piccola scheda telefonica che lo connetta a internet.
Per realizzare la comunicazione via 5G sono necessari grandi investimenti in materia di infrastrutture e delle regole che permettano alle compagnie di telecomunicazioni di gestire in sicurezza le frequenze.
Il Parlamento Europeo sta discutendo una legge che favorisca l’investimento da parte delle aziende nella costruzione di reti e per migliorare l’uso delle frequenze, per esempio assegnando le licenze per periodi lunghi (anche 25 anni) in modo da ammortizzare i costi di investimento. L’arrivo della tecnologia 5G nell’UE ha il potenziale di creare due milioni di posti di lavoro! Ma la coordinazione fra gli Stati Membri è fondamentale. Per assegnare le frequenze infatti bisogna coordinarsi affinché quelle dei diversi Paesi non facciano interferenza fra di loro.

Cos'è Horizon2020? E' il più grande piano di investimento europeo mai sviluppato: 80 miliardi di euro in 7 anni. Gli investimenti in ricerca e sviluppo possono creare più posti di lavoro e migliorare la nostra vita. Sono coinvolti i centri di ricerca, le università e le imprese. L'UE ha identificato sette sfide prioritarie nelle quali l'investimento nella ricerca e l'innovazione possono avere un impatto reale a beneficio dei cittadini: salute, cambiamento demografico e benessere; sicurezza alimentare, agricoltura e silvicoltura sostenibile, ricerca marina e marittima e delle acque interne e bioeconomia; energia sicura, pulita ed efficiente; trasporto intelligente, verde e integrato; azione per il clima, ambiente, efficienza delle risorse e materie prime; l'Europa in un mondo che cambia - società inclusive, innovative e riflessive; società sicure - proteggere la libertà e la sicurezza dell'Europa e dei suoi cittadini.

PER APPROFONDIRE VISITA I LINK DI SEGUITO

URP

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE "MICHAEL FARADAY"
VIA CAPO SPERONE 52 ROMA C.a.p. 00122 ( RM )
Tel: 06121123625
PEO: rmtf350007@istruzione.it
PEC: rmtf350007@pec.istruzione.it
Cod. Mecc. rmtf350007
Cod. Fisc. 97714050586
Fatt. Elett. UF4LR8